im-possibile-scout.jpg

 

Domenica 23 novembre 2014, i capi della zona Bari Centro, si sono incontrati presso il centro parrocchiale del gruppo Sammichele 1 per la consueta assemblea autunnale. La mattina i capi si sono confrontati sul bilancio, relazione del comitato.

Nel pomeriggio l’assemblea ha avuto l’occasione di incontrare quattro esperti per confrontarsi su Lavoro ed Economia Buona; a questa tavola rotonda, come concordato nel Consiglio di Zona, hanno partecipato anche i clan della nostra zona.

Il comitato ha invitato Mario Fusillo, consigliere della Cooperativa Caravella, Angelo Santoro ex capo del Casamassima 1 e membro della Cooperativa Semi di Vita, Claudia Germano funzionario della regione Puglia, Gaetano Pascola che si occupa dei G.A.S. nel comune di Triggiano.

I quattro relatori ci hanno illuminati su questi argomenti delicati e scottanti come sono il lavoro e l’economia. Tematiche che fanno parte del programma regionale, di zona, ed anche della carta del coraggio.

Mario ha aperto il suo intervento con due brani dell’antico testamento, dove si spiega cos’è l’economia e come deve essere applicata, ha proseguito con la storia della nostra Cooperativa Caravella. La cooperativa ha lo scopo di servire i suoi soci, tutti noi. La Caravella non ha uno scopo di lucro, ma la sua missione è quella di trasmettere dei valori, come il rispetto dei lavoratori, infatti tutti i fornitori devono essere certificati SA 8000:2008, la certificazione riguardante il “Sistema di Gestione per la Responsabilità Sociale”, cioè lo standard internazionale che elenca i requisiti per un comportamento eticamente corretto delle imprese e della filiera di produzione verso i lavoratori. I prodotti sono di qualità, quindi vigila sui materiali impiegati, da dove vengono, i processi industriali, se il produttore rispetta le leggi sull’inquinamento. Come sempre noi scout cerchiamo di trasmettere dei valori anche quando facciamo business.

Angelo ci ha spiegato come lui da rappresentante è passato a fondare una cooperativa sociale. Ha iniziato la sua avventura andando in regioni del centro nord dove già esistono queste realtà. Tornato in Puglia si è documentato su come reperire fondi ed in quale ambito voleva operare. La sua scelta è ricaduta sull’agricoltura, come ha detto lui le strade di Dio sono misteriose, infatti ha incontrato un uomo che ha un appezzamento di terra incolto nel quartiere Japigia di Bari. Un quartiere difficile, periferico. Ha costituito la cooperativa “SEMI DI VITA” una cooperativa sociale di tipo B, il cui scopo è quello di aiutare le persone disagiate. La testimonianza di Angelo fa molto riflettere, in quanto un giovane con un lavoro sicuro abbandona tutto per mettere in pratica gli insegnamenti Cristiani e dello scoutismo, lui ha dimostrato che si può fare della BUONA ECONOMIA.

Gaetano ci ha fatto comprendere il meccanismo dei G.A.S., una forma nuova di comprare gli alimenti. Questi prodotti sono veramente a costo zero. Gli approvvigionamenti avvengono solo da produttori locali, il più vicini possibili agli acquirenti. Ci ha anche detto che può essere una forma di piccolo autofinanziamento per i clan.

Infine Claudia ci ha illuminati su molte forme di micro finanziamento offerti dalla nostra regione, alleghiamo a questo articolo le slide molto interessanti che possono tornare utili a tutti quei capi giovani ed R/S che hanno voglia di intraprendere una professione nella propria regione. Claudia ci ha spiegato anche le molte occasioni di lavoro offerte dal nostro territorio, come il turismo, l’agricoltura, lo spettacolo, la musica ed l’artigianato in genere, occasioni che non vengono colte dai giovani che preferiscono andare lontano a portare le loro competenze.

Alla fine di questa tavola rotonda abbiamo compreso che la nostra regione, ha tantissimo potenziale, che i nostri giovani possono fare buona economia anche in una regione come la nostra che ha sempre esportato cervelli e competenze in altre realtà all’apparenza migliori della nostra.