Carissimi capi R/S,
in calce la convocazione e i documenti preparatori per l’Incontro capi regionale - #cambiapasso: accompagnare ed accogliere nell’età dei cambiamenti del prossimo 3 febbraio per la BRANCA R/S.

L'incontro #cambiapasso per i capi clan/fuoco e maestri dei novizi sarà occasione per fare un punto della situazione e un #ri-capitolo.

Sarà occasione per riflettere e confrontarci avendo come obiettivo: la relazione, gli strumenti e le strategie per lo scouting in branca R/S al tempo della mobilità territoriale dei giovani pugliesi.

Crediamo che i temi proposti non possano lasciare indifferenti gli educatori: tutti viviamo l'imbarazzo educativo nella relazione con R/S e novizi "poco appassionati" che non hanno - a volte - il riferimento dei più grandi della comunità, che "rinunciano" ad agire per il cambiamento.

Insieme possiamo assumere nuove consapevolezze, guidati da

SERGIO BOTTIGLIONI

già incaricato nazionale di branca R/S,

 ideatore di #studiofuori#cambioclan, capo campo della RN2014

che ha battuto i primi passi su questa strada inesplorata, in un contesto sociale di profondo mutamento.

Insieme possiamo intraprendere un #cambiapasso per stare al passo con il tempo che abitiamo.

Vi aspettiamo alle 8.30 presso la Parrocchia Sacro Cuore per celebrare la S. Messa e poi proseguire con i lavori di branca nella vicina Chiesa di S. Antonio da Padova.

Vi ricordiamo che è importante iscriversi all’evento su BuonaCaccia cliccando qui e vi comunichiamo che la data di chiusura iscrizioni è stata prorogata al 21 gennaio p.v. Per ogni tipo di chiarimento in merito alle iscrizioni potete contattare la segreteria regionale.

Vi ricordiamo inoltre di non indossare scarponi da trekking e che è indispensabile portare all'incontro un paio di lacci bianchi e un pennarello nero. Sarà disponibile il servizio kinderheim, per farne richiesta inviare una mail a: segreg@puglia.agesci.it

RoveringToHolinessUn percorso nella strada di santità

Strada e Santità sono due sinonimi che siamo chiamati a mettere insieme grazie alprezioso contributo che il Successore di Pietro, il papa Francesco, ci ha donato nellarecentissima Esortazione Gaudete et exsultate.

Quando noi pensiamo alla santità il pensiero ricorre a tante immagini immobili, a personerivestite di aureole, a staticità. In realtà, dietro a immagini statiche si nascondonovite dinamiche non solo di uomini e donne del passato, canonizzate e non, ma anchetanti del nostro presente e, perché no?, anche ciascuno di noi… i nostri ragazzi e tanti altri.

Chi sono i santi?

Sono quelli che hanno scelto di fare strada, sono quelli che hanno lottato e lottano perpercorrere la strada migliore, sono quelli che desiderano una vita buona, vera e bella.Sono quelli che sbagliano e si rialzano, sono quelli che ricevono lungo la strada, masanno anche dare nel servizio. Sono quelli che scelgono di non camminare in solitaria,ma godono della compagnia del Signore (io sono la via…) e dei fratelli e delle sorelle.

Scopo di questo percorso è aiutare i nostri rover e le nostre scolte a cercare la santitànon in staticità, non in cose impossibili, ma nel quotidiano, nel normale della vita, perstrada, camminando.

Il sussidio è molto semplice, ci sono dei riferimenti all’esortazione del papa e ai testi del Vangelo per la lectio. Ci sono delle idee che potrebbero essere utili per il discernimentonella comunità RS, idee che possono diventare condivisione tra le comunità pugliesi.

È ovviamente possibile ideare altre proposte per il cammino di fede. Ciò che è importanteè suscitare un discernimento comunitario dove la santità non rimanga unconcetto da catechismo, magari da apprendere e memorizzare, e diventi una scelta dacompiere personalmente ed insieme agli altri… una strada concreta.

Buona strada!!!

Tania, Marco, don Michele e la pattuglia RS