“Un pensiero che non trova ascolto difficilmente prende FORMA e RESPIRO” (F.Lorenzoni)

 Quale tempo e quale spazio concediamo ai bambini del C.d.A. per farci narrare le loro storie ed i loro sogni? Riconosciamo in loro il diritto e il desiderio di lasciare un segno? Come li supportiamo? Quali le attenzioni nella stesura del programma di C.d.A.?

Condividiamo qui tutte quelle esperienze e tutte quelle attività che, attraverso la dinamica della narrazione, permettono ai bambini del C.d.A. di sperimentarsi con se stessi e con il gruppo dei pari costruendo storie che portino a “lasciare questo mondo un po’ migliore di come lo (abbiamo) trovato”.